EVENTS
SPORT SCIENCE DAY SUMMER EDITION

ELAV GLOBAL MEETING

Durata : 1 Giorno
Orari : 09:30 - 18:00
Ore effettive di lezione : 7

Livello di sofisticazione BasicExpertSpecialistTop


Lo storico ELAV Global Meeting raddoppia con due edizioni all'anno: estiva, a metà giugno, invernale a metà dicembre.
Si riprende il 16 giugno, con un programma veramente ricco, per vivere un'altra giornata indimenticabile con ELAV.
L'evento prende il nome Sport Science Day a sottolinearne il taglio congressuale puro.
In questa giornata di interscambio scientifico, ricercatori di ELAV si alterneranno con altri ricercatori ed esperti di fama, portando innovazione e dibattendo su temi di grande importanza e tendenza per le Scienze Motorie.
In questa edizione, ELAV conferma un Pre Congresso questa volta dedicato a una storia di successo e di ispirazione imprenditoriale delle Scienze Motorie, seguito da Sessioni Congressuali dedicate a nutrizione, psicologia e metodologia dell'allenamento, nelle quali verranno portati in anteprima assoluta anche i risultati delle ultime ricerche ELAV.
La profondità, attualità e inediticità degli interventi scientifici in programma, non ha paragoni!










Presidente del congresso: Menotti Calvani
Comitato scientifico: Marco Belli, Claudio Giorgi, Enrico Guerra, Alessandro Stranieri.

08:30 - Accredito

09:15 - Apertura e Presentazione Congresso
Menotti Calvani (Università Tor Vergata, Roma)
Enrico Guerra (Università di Perugia, Direttore Ricerca e Sviluppo ELAV)
Massimo Massetti (Assessore allo Sport, Città di Castello)
Leonella Pasqualini (Università di Perugia, Coordinatore CdLM)
Ario Federici (Università di Urbino, Coordinatore CdLM)

PRE CONGRESSO

09:30 - CASI DI SUCCESSO IMPRENDITORIALE NELLE SCIENZE MOTORIE
Maurizio Taruggi (Roma)
A volte ci sfuggono ma, con un'attenta valutazione, emergono casi di successo che escono decisamente dalla media del settore delle Scienze Motorie. Chi sono e che strategie mettono in campo coloro che trasformano in un successo di impresa le proprie capacità e passione per l'allenamento. Ascoltare queste storie e i loro dettagli può diventare la spinta mancante per tutti, nessuno escluso...

SESSIONE BIOLOGIA E NUTRIZIONE

10.00 - ALLA SCOPERTA DEL TESSUTO ADIPOSO BRUNO, UN'ARMA VINCENTE DEL CORPO UMANO
Menotti Calvani (Roma)
In passato si riteneva che la presenza del tessuto adiposo bruno (BAT) fosse irrilevante nell'uomo, ma recenti ricerche ne rivelano importanti proprietà non solo nella termogenesi indotta dal freddo tramite il disaccoppiamento mitocondriale e nel metabolismo basale, ma anche nella regolazione del peso corporeo. Il BAT sembra in grado di controllare il livello di adiposità, ridurre le concentrazioni di trigliceridi e combattere l'obesità nell'uomo. La sua attività sembra essere ridotta negli uomini sovrappeso e obesi a causa di svariati fattori infiammatori e di resistenza catecolaminica. L'esercizio fisico è in grado di giocare un ruolo importante sulle batokine...

10:30 - I MECCANISMI DELLA FAME, INFLUENZA DELL'ALLENAMENTO E DEI RITMI CIRCADIANI
Alessandro Stranieri (Pesaro-Urbino)
Il comportamento alimentare è regolato da reti metaboliche ed edoniche del cervello, che interagiscono tra loro per bilanciare la regolazione fisiologica della fame e della sazietà. Il saldo giornaliero di questo regolamento è controllato dall'orologio circadiano centrale. Le proprietà metaboliche e di ricompensa del cibo influiscono quindi sul funzionamento degli orologi circadiani, alterando l'attività oscillatoria dell'orologio molecolare e degli stessi ritmi circadiani. L'allenamento ha influenza sulla fame e interferisce con svariati fattori biologici potenziando importanti meccanismi di controllo. Ma è possibile applicare strategie semplici quanto intelligenti ed efficaci per controllare la fame?...

11:00 - INFLUENZA DELLA FREQUENZA E DELL'ORARIO DEI PASTI SULLA SALUTE DELL'UOMO
Antonio Paoli (Padova)
Mentre le prove epidemiologiche indicano un'associazione tra un'alta frequenza dei pasti e un minor rischio di malattia, prove sperimentali hanno mostrato risultati contrastanti in tale direzione. Recenti ricerche prospettiche hanno dimostrato un aumento significativo del rischio di malattia con un'alta frequenza dei pasti rispetto ad una bassa frequenza di 1-2 pasti al giorno. Un ruolo centrale in questo scenario complesso è giocato dalla durata del periodo di digiuno tra due pasti. La base fisiologica di queste variabili interconnesse può essere la relazione asincrona tra l'orologio circadiano interno e il consumo di cibo. La scelta di orario e frequenza del pasto possono quindi produrre effetti fisiologici sull'infiammazione, sulla ritmicità circadiana, sull'autofagia, sulla resistenza allo stress e sulla modulazione del microbiota intestinale...

11.30 - POSSIBILI EFFETTI IN CRONICO DELLA CONCENTRAZIONE CALORICA CONTRAPPOSTA (ELAV Energy Gap System)
Giovanni Sicari (Roma), introduzione di Enrico Guerra (Perugia)
Sono passati quattro anni da quando la Ricerca e Sviluppo di ELAV intuì e iniziò a sviluppare quello che fu poi denominato ELAV Energy Gap System, ovvero, Concentrazione Calorica Contrapposta. La consolidata forza scientifica della restrizione calorica, abbinata alle recenti evidenze sul nuovo filone del digiuno che sia mimato o intermittente, non risolvevano dubbi e obbiettivi. Nella convinzione che la biologia evoluzionistica celasse la chiave di un nuovo percorso verso la salute e la prestazione dell'uomo, ELAV ha studiato un modello applicabile in grado di legare in maniera profonda e inedita l'esercizio fisico con l'alimentazione, andando oltre i concetti di calorie assunte e di allenamento. Oggi, dopo questi successi, proviamo ad andare ancora oltre, verso gli effetti in cronico...

SESSIONE ALLENAMENTO TERAPEUTICO

12.00 - PROGRAMMI DI ALLENAMENTO FISICO PER I PAZIENTI CON ARTERIOPATIA OBLITERANTE DEGLI ARTI INFERIORI: DALLE LINEE GUIDA AL "MONDO REALE"
Leonella Pasqualini (Perugia)
Nel corso degli ultimi 50 anni numerosi studi clinici randomizzati hanno dimostrato l'efficacia dell'esercizio fisico per migliorare l'autonomia di marcia e la qualità di vita dei pazienti affetti da 'claudicatio intermittens' per arteriopatia obliterante degli arti inferiori. Le recenti linee guida internazionali raccomandano l'impiego dell'esercizio fisico supervisionato su treadmill, anche se strategie di allenamento alternative, come l'home-based exercise, la bicicletta o un allenamento di forza, possono essere utilmente impiegati. Data l'entità dei benefici e la relativa sicurezza dell'esercizio fisico tale terapia dovrebbe essere resa accessibile a tutti i pazienti con AOP in grado di deambulare...

SESSIONE PSICOBIOLOGIA

12.30 - CORPO E PSICHE: IL SISTEMA FASCIALE COME STRUTTURA DI CONNESSIONE
Filippo Gambelli (Siena), Federica Bianchi (Roma)
Un breve ma affascinante viaggio dal sistema fasciale alla mente. Le dinamiche psichiche emergono dall'aspetto strutturale e relazionale dell'organismo. Con esso si stringono in una relazione bidirezionale in cui appare impossibile schiacciare una dimensione sull'altra. Il sistema miofasciale si presenta come struttura di connessione tra i due in grado di tenere vivo un continuo processo di cambiamento...

13.00 - Pausa pranzo

SESSIONE ALLENAMENTO

14.30 - STRATEGIE DI MONITORAGGIO CONTINUO DELLA PRESTAZIONE NELL'ATLETA
Daniele Tognaccini (Arezzo)
Il sogno di ogni allenatore è quello di poter prevedere le risposte biologiche all'allenamento, magari anche la performance di gara e questo rappresenta la più grande sfida per il futuro della scienza dell'allenamento. La lunga esperienza maturata in contesti come il Milan Lab ha consentito di studiare come e quanto il monitoraggio continuo dell'atleta possa offrire soluzioni per modulare al meglio le strategie di allenamento, aumentandone la percentuale di successo...

15.00 - BIOMECCANICA AVANZATA: PULL UP E SHOULDER PRESS
Claudio Giorgi (Roma), Damiano Molinaro (Torino), Marco Belli (Terni)
In anteprima i risultati dell'ultimo progetto della Divisione Ricerca e Sviluppo di ELAV in tema di biomeccanica nel quale sono stati studiati in maniera inedita due esercizi fondamentali dell'allenamento con sovraccarichi per il treno superiore nonché le loro naturali derivazioni verso tutte le forme di trazione e spinta sul piano frontale. Sofisticate strumentazioni hanno permesso di sincronizzare misure dinamiche, cinematiche ed elettromiografiche con lo scopo di confrontare varianti esecutive strategiche; questa modalità ha reso possibile lo studio di aspetti tecnici inediti e di forte rilevanza per l'allenamento, ridefinendo la modalità esecutiva ottimale di questi esercizi nonché altre varianti orientate verso specifici obbiettivi non solo sportivi. In collaborazione con BTS, partner strategico storico di ELAV per le strumentazioni di analisi del movimento...



16.00 - COMPORTAMENTO DEI MUSCOLI ADDOMINALI IN CONDIZIONI DI AFFATICAMENTO
Denis Pauletto (Padova), Marco Belli (Terni)
Il timing di attivazione della muscolatuta addominale durante l'esecuzione di differenti esercizi può modificarsi in funzione dello stato progressivo di affaticamento? Nel caso questo succeda, quale può essere il conseguente comportamento e quali ripercussioni può avere sul controllo dell'intero assetto corporeo?
Per studiare questo fenomeno sono state effettuate serie prolungate su differenti esercizi studiando il comportamento in tempo reale del retto e degli obliqui esterni addominali oltre che del retto femorale. In collaborazione con BTS, partner strategico storico di ELAV per le strumentazioni di analisi del movimento...

16.30 - DATI E STRATEGIE MATURATE DAL PROGETTO OLIMPICO
Antonello Regina (Roma)
ELAV Olympics Project, due anni di raccolta dati ed esperienze a contatto con atleti top level di atletica leggera dalla velocità all'endurance, sport da combattimento tra cui pugilato e judo, canoa, scherma, apnea, tennis, pattinaggio, pallamano, e tanti altri sport. Questo straordinario progetto ha concesso di concretizzare esperienze di valore inestimabile in svariate discipline sportive, alimentando un database di informazioni biomeccaniche, fisiologiche e metodologiche a supporto delle innovazioni di ELAV....

17.00 - METODI DI PRESCRIZIONE DELL'ESERCIZIO AEROBICO A CONFRONTO
Carlo Ferri Marini (Pesaro-Urbino)
L'intensità dell'esercizio aerobico è generalmente prescritta e monitorata mediante l'utilizzo di parametri relativi al consumo di ossigeno (VO2) o alla frequenza cardiaca (Heart Rate, HR). Questo è possibile perché alcuni studi hanno riscontrato una relazione lineare tra questi due parametri quando espressi come percentuali dei loro valori massimi o delle loro riserve. Tuttavia, ad oggi, la reale natura dell'associazione tra la HR e (VO2), sia durante esercizi di tipo incrementale che in stato-stazionario, non è stata chiarita definitivamente ed esistono delle criticità sul loro utilizzo durante a prescrizione dell'esercizio aerobico....

17.30 - IL NUOVO ALLENAMENTO BASATO SUL COSTO ENERGETICO, SECONDA PUNTATA
Enrico Guerra, Valentina Guerra (Perugia)
Il recente progetto della Divisione Ricerca e Sviluppo di ELAV dedicato alla metodologia dell'allenamento basata sul costo energetico prosegue senza soste. Questa nuova idea ELAV, apparentemente banale, si sta confermando straordinariamente importante nell'allenamento con obbiettivi Physical Fitness e/o Slimming ma anche per soggetti principianti o popolazioni speciali come i dismetabolici. La strategia del modello metodologico si basa sulla relazione "non necessaria" tra lavoro e potenza, ovvero tra il costo energetico e il tempo in cui questo viene impiegato; questo riduce l'importanza di aspetti dinamici dell'esecuzione e del tempo di recupero tra serie nell'allenamento con sovraccarichi, semplificando l'applicabilità generale. Il modello viene poi espanso all'intera vita biologica giornaliera permettendo di studiare il rapporto dose/effetto dell'allenamento e ponendolo su di un piano maggiormente integrato con la vita reale. Il tentativo in atto è quello di progettare l'allenamento su dosaggi individuali ottimali, individuandone i limiti e la conseguente necessità di agire anche sugli stili di vita al fine di ottimizzare il raggiungimento degli obbiettivi prefissati. L'allenamento diventa allo stesso tempo modulato e modulatore tramite l'analisi del carico di frequenza cardiaca...

18.00 - Chiusura lavori











La quota comprende
Kit corso, attestato di partecipazione, crediti formativi per i percorsi professionali ELAV

MODALITA' DI PAGAMENTO
Al momento del pagamento si potrà scegliere la modalità preferita tra le seguenti opzioni:
  • PAYPAL ad effetto immediato con carta di credito o carta prepagata
  • BONIFICO BANCARIO da effettuare entro 5gg lavorativi dalla data del corso acquistato.

Prossime date

Non ci sono date in calendario momentaneamente



Per acquistare il corso devi prima registrarti

Torna al catalogo
Torna al calendario corsi

 CONTATTI  ELAV srl - Viale Aldo Bologni, 94/B - 06012 Città  di Castello (PG) - P.IVA 03059250542