fbpx

ELAV Scientia – Leggi articolo

Una Piccola e Semplice Restrizione Calorica è in Grado di...

Notizia Testuale Free Fitness

Una restrizione calorica media di solo il 12% al giorno in soggetti sani e non obesi è in grado di ridurre fattori di rischio quali: peso, quadro lipidico, pressione arteriosa, PCR, indice di sensibilità all'insulina, punteggio della sindrome metabolica.

Questo in sintesi il risultato di una recente pubblicazione frutto di un lavoro di 2 anni su 238 soggetti sani e non obesi di età 21-50 anni: Kraus WE, et al. "2 years of calorie restriction and cardiometabolic risk (CALERIE): exploratory outcomes of a multicentre, phase 2, randomised controlled trial". Lancet Diabetes Endocrinol. 2019 Sep;7(9):673-683.

Sembra un risultato banale quanto scontato ma in realtà non è così!
Il progetto di ricerca, chiamato CALERIE, è molto interessante e originale in quanto:
- ha perseguito una modalità originale e profonda nel valutare e monitorare le calorie individualmente necessarie, poi proposte e realmente introdotte, derivandole da cibi scelti in base alle preferenze culturali e di gusto;
- a seguito di una restrizione imposta del 25%, il gruppo di studio ha aderito spontaneamente ad una riduzione effettiva di solo il 12% delle calorie giornaliere; per intenderci basterebbe non mangiare dopo cena o privarsi di un triangolo di pizza o un paio di bibite in lattina per ottenere i risultati misurati;
- ha messo a nudo come soggetti giovani, sani e non obesi, possano anch'essi trarre vantaggio dalla restrizione calorica;
- la riduzione media di peso di 7.5 kg è stata ottenuta ad un anno dall'inizio della ricerca e poi mantenuta tale fino alla fine del secondo anno;
- la sola riduzione di peso non è in grado di giustificare i risultati ottenuti sugli altri fattori di rischio, confermando che la restrizione calorica ha effetti biologici profondi;
- il gruppo di controllo (1/3 dei partecipanti), a fronte della continuazione delle loro abitudini senza alcun intervento dietetico, non ha ottenuto alcun risultato rimanendo stabile in tutti i valori misurati;
- l'incidenza di malattie cardiovascolari e morte continua a decrescere anche quando i fattori di rischio vanno sotto la linea di normalità delle linee guida internazionali, avvalorando ulteriormente gli effetti positivi anche su soggetti giovani e sani, risultato tutt’altro che scontato;
- i soggetti hanno risparmiato una media di 0,55 euro al giorno sull'acquisto di cibo (circa 200,00 euro all'anno);
- i soggetti non praticavano esercizio fisico, il quale potenzierebbe ulteriormente i risultati o potrebbe addirittura sostituirsi alla restrizione calorica stessa apportando comunque ulteriori effetti non ottenibili con il solo controllo alimentare.
La Ricerca e Sviluppo di ELAV ha studiato e progettato una nuova strategia per ottimizzare il controllo calorico senza intervento dietetico puro, nonchè l'abbinamento di innovative e inedite strategie di timing alimentazione/allenamento.
I risultati dello studio qui citato possono quindi essere riprodotti e potenziati da strategie alternative che prevedono la complicità di sistemi di allenamento altamente specializzati e con elevato rapporto costi/benefici.

20 Luglio 2021

Post esempio

In libero sapien, dapibus in nibh id, dignissim tincidunt urna. Phasellus at sem ac magna pulvinar pharetra vel id augue. Donec euismod elementum ultrices.

Pacchetto Commerciale Fisso

  • W.A.

  • News

  • Art

  • Smart

  • Congressi

My ELAV