fbpx

ELAV Scientia – Leggi articolo

Solo 1 Trattamento Medico Su 10 È Supportato Da Prove Di Alta Qualità

Notizia Testuale Free Medical Fitness Sport

Quando ci si reca dal proprio medico, si presume che il trattamento che ci prescrive abbia solide prove a sostegno. Ma, secondo uno studio meta epidemiologico, potremmo sbagliare: solo un trattamento medico su dieci è supportato da prove di alta qualità. L'analisi, scritta da Howick et al. (J Clin Epidemiol. DOI: https://doi.org/10.1016/j.jclinepi.2020.08.005, free) includeva 154 revisioni sistematiche Cochrane (NdT: organizzazione senza scopo di lucro i cui membri mirano a produrre informazioni credibili prive di sponsorizzazioni commerciali e altri conflitti di interesse) pubblicate tra il primo gennaio 2013 e il 30 giugno 2014. Per valutare la qualità delle prove, si è utilizzato il metodo denominato GRADE (Grading of Recommendations, Assessment, Development and Evaluation; il sistema GRADE considera elementi come il rischio di parzialità: ad esempio, gli studi "in cieco", offrono prove di qualità superiore rispetto agli studi "senza cieco"). La mancanza di prove di alta qualità, secondo GRADE, significa che studi futuri potrebbero ribaltare gli attuali risultati. I 154 studi sono stati scelti perché erano aggiornamenti di una precedente revisione eseguita su 608 revisioni sistematiche condotta nel 2016 (151 contenevano dati disponibili sia per le revisioni sistematiche originali che per quelle aggiornate, 24,8%). L'obiettivo della recente revisione era di verificare se le revisioni che erano state aggiornate, avevano prove di qualità superiore. Le revisioni aggiornate includevano: 15 (9,9%) con prove di alta qualità, 56 (37,1%) di qualità moderata, 47 (31,1%) di bassa qualità e 33 (21,9%) di qualità molto bassa. Nessun cambiamento nella qualità delle prove GRADE è stato riscontrato per la maggior parte delle revisioni aggiornate (103, 68,2%). La valutazione della qualità delle prove è stata ridotta in 28 revisioni (58,3%) e migliorata in 20 (41,7%), sebbene solo sei revisioni siano state promosse ad alta qualità. Il commento degli autori riportava che, a causa della pressione a "pubblicare o morire" per sopravvivere nel mondo accademico, vengono fatti sempre più studi; solo su PubMed, vengono pubblicati oltre 12.000 nuovi studi clinici ogni anno: sono 30 prove pubblicate ogni giorno. Le revisioni sistematiche sono state pensate per sintetizzarli, ma ora ce ne sono anche troppe: oltre 2.000 all'anno pubblicate solo su PubMed. I sostenitori della medicina basata su prove (The evidence-based medicine movement) hanno sottolineato la necessità di migliorare la qualità della ricerca da più di 30 anni, ma, paradossalmente, non ci sono prove che le cose siano migliorate nonostante la proliferazione di linee guida e orientamenti. Inevitabilmente, l'enorme quantità di prove pubblicate ogni anno, combinato con la necessità di pubblicare per sopravvivere nel mondo accademico, ha portato alla pubblicazione di una grande quantità di spazzatura, e questa tendenza non è cambiata nel tempo. Le conseguenze di studi con prove di scarsa qualità sono serie: senza una buona prova, semplicemente non possiamo essere sicuri che i trattamenti che usiamo funzionino.
ELAV
Commento ELAV: l'esercizio fisico non ha dubbi di efficacia, ma se male somministrato ha certamente effetti collaterali indesiderati.

20 Luglio 2021

Post esempio

In libero sapien, dapibus in nibh id, dignissim tincidunt urna. Phasellus at sem ac magna pulvinar pharetra vel id augue. Donec euismod elementum ultrices.

Pacchetto Commerciale Fisso

  • W.A.

  • News

  • Art

  • Smart

  • Congressi

My ELAV