fbpx

ELAV Scientia – Leggi articolo

Il Nuovo Paradigma Della Triade Nella Donna

Notizia Testuale Free Medical Fitness Sport

PER LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA ATTIVA
Conoscere e prevenire la triade è fondamentale per tutelare la salute della donna che si allena, molto prima che per tutelare la sua prestazione.
Malgrado questo quadro semi-patologico sia conosciuto da oltre 40 anni, da quando all'inizio degli anni '80 venne studiata approfonditamente per la prima volta, la sua presenza rimane spesso non individuata e le sue conseguenze possono essere pagate duramente dalle donne che si allenano.
È subdola perché i suoi sintomi possono essere sottovalutati o mal interpretati e le tre condizioni che la descrivono si presentano pressoché contestualmente: disturbi del comportamento alimentare, disturbi del ciclo mestruale, diminuzione della densità ossea.
La forte interdipendenza delle tre condizioni ha spinto all'individuazione di una causa comune oggi individuata probabilmente nel deficit energetico cronico con prevalenza che varia dal 22% al 58% dei campioni di popolazione sportiva studiati. In particolare, recenti conferme segnalano che il deficit energetico può essere totalmente indipendente da disturbi del comportamento alimentare, semplice risultato della importante richiesta di energia dovuta all'allenamento, involontariamente non ricompensata a sufficienza dall'apporto nutrizionale giornaliero. Ne consegue un deficit energetico cronico con ripercussioni sulla salute particolarmente incisive proprio sul genere femminile e sovente con sintomi anche diversi da quelli tradizionalmente attesi.

Review Low Energy Availability in Athletes 2020: An Updated Narrative Review of Prevalence, Risk, Within-Day Energy Balance, Knowledge, and Impact on Sports Performance. Danielle M. Logue, et al. Nutrients 2020, 12, 835.

Nasce un cambio di paradigma che eleva il deficit energetico a causa primaria della triade aprendo strade risolutive per certi aspetti molto più semplici ed efficaci. Basti pensare al comune errore di prescrivere contraccettivi orali per curare l'irregolarità mestruale quando, invece, si potrebbe trattare semplicemente di deficit energetico cronico; la strada dei contraccettivi nasconderebbe il problema legato all'introito calorico, ritardando la possibilità d'intervento più adeguata e soprattutto "salutare".
La condizione primaria, che provenga anche da altre concause psicosociali tipo quelle ossessivo-compulsive, si verifica quando si consumano calorie insufficienti per sostenere il dispendio energetico dell'esercizio, con conseguenti processi fisiologici compromessi, come irregolarità mestruali nelle donne attive. I problemi di salute associati a un apporto energetico ridotto di lunga data includono disfunzioni mestruali e riproduttive, gastrointestinali, cardiovascolari, sulla salute delle ossa; un aumento dello stato infiammatorio generale e la frequente presenza di dolori e infortuni muscolo-articolari, sovente con microfratture ossee, tende ad alimentare ulteriormente il circolo vizioso della caduta di prestazione in tutte le sue sfere motorie e dello stato di salute generale. I sintomi clinici della triade possono anche includere stanchezza, perdita di capelli, mani e piedi freddi, pelle secca, fragilità delle unghie, perdita notevole di peso, maggior tempo di guarigione delle ferite, più rischio di fratture e cessazione del ciclo mestruale fino a condizioni psicologiche di bassa autostima e depressione.
Un'atleta può manifestare tutti i segni di un'alimentazione restrittiva senza soddisfare i criteri clinici per un disturbo del comportamento alimentare.
Tramite il riequilibrio del bilancio energetico, potrebbero essere necessari fino a 12 mesi per il ristabilimento dei parametri ottimali di salute e la scomparsa della triade e potrebbe essere necessario un team multidisciplinare composto almeno da nutrizionista, psicologo e preparatore atletico.
In questa condizione, valutare l'apporto energetico rimane una sfida e contribuisce alle difficoltà metodologiche nell'identificazione di valori bassi "veri". Lo screening di gruppi atletici femminili utilizzando uno strumento di screening convalidato come il Low Energy Availability in Females Questionnaire (LEAF-Q) ha mostrato risultati promettenti nell'identificazione degli atleti di resistenza a rischio di introito calorico basso, ulteriormente se associato a bio-marcatori riproduttivi. Anche un basso rapporto (<0.90) tra il metabolismo basale misurato e predetto si è rivelato un buon marcatore di deficit energetico cronico purché la formula predittiva contenga il valore di massa magra all'interno dell'algoritmo. Altri bio-marcatori utili si rivelano la glicemia bassa, il cortisolo alto, il rapporto testosterone:cortisolo basso, il rapporto cortisolo:insulina alto, estradiolo basso, T3 basso, pulsatilità di LH.
È stata inoltre osservata un'associazione positiva tra carenza di energia durante la giornata e pasti più frequenti. Questi risultati contraddicono la convinzione comune che una frequenza maggiore dei pasti possa essere necessaria per alcuni atleti per raggiungere l'equilibrio energetico e prevenire la carenza di energia nell'arco della giornata; anche la densità energetica del cibo consumato durante i pasti richiede un'attenta considerazione per migliorare l'equilibrio energetico nell'arco della giornata nelle donne con disfunzione mestruale. Altri fattori dietetici come la qualità della dieta e gli atteggiamenti diversi nei confronti dei gruppi di alimenti devono essere studiati quando si valuta il rischio di energia insufficiente.
Ulteriori ricerche, soprattutto nelle atlete, rappresentano un'area interessante per indagini future.
La conoscenza dell'insufficienza energetica e delle sue potenziali implicazioni per le prestazioni è bassa sia tra gli allenatori che tra gli atleti. Sono necessarie iniziative educative per sensibilizzare allenatori e atleti sull'importanza di strategie dietetiche appropriate per garantire che vengano consumate calorie sufficienti per supportare l'allenamento, UN AIUTO CONCRETO CHE POSSIAMO DARE ALLE DONNE ATTIVE PER TUTELARE LA LORO SALUTE.

7 Gennaio 2012

Template: Sticky

This is a sticky post. There are a few things to verify: The sticky post should be distinctly recognizable in some way in comparison to normal posts. You […]
1 Gennaio 2020

Scheduled

This post is scheduled to be published in the future. It should not be displayed by the theme.
11 Gennaio 2013

Markup: HTML Tags and Formatting

Headings Header one Header two Header three Header four Header five Header six Blockquotes Single line blockquote: Stay hungry. Stay foolish. Multi line blockquote with a […]
10 Gennaio 2013
I Am Worth Loving Wallpaper

Markup: Image Alignment

Welcome to image alignment! The best way to demonstrate the ebb and flow of the various image positioning options is to nestle them snuggly among an […]
9 Gennaio 2013

Markup: Text Alignment

Default This is a paragraph. It should not have any alignment of any kind. It should just flow like you would normally expect. Nothing fancy. Just […]
5 Gennaio 2013

Markup: Title With Special Characters

Putting special characters in the title should have no adverse effect on the layout or functionality. Special characters in the post title have been known to […]
5 Gennaio 2013

Markup: Title With Markup

Verify that: The post title renders the word “with” in italics and the word “markup” in bold. The post title markup should be removed from the […]
15 Marzo 2012
Horizontal Featured Image

Template: Featured Image (Vertical)

This post should display a featured image, if the theme supports it. Non-square images can provide some unique styling issues. This post tests a vertical featured image.
15 Marzo 2012
Horizontal Featured Image

Template: Featured Image (Horizontal)

This post should display a featured image, if the theme supports it. Non-square images can provide some unique styling issues. This post tests a horizontal featured […]

Pacchetto Commerciale Fisso

  • W.A.

  • News

  • Art

  • Smart

  • Congressi

My ELAV