fbpx

ELAV Scientia – Leggi articolo

Sport Team Flow

Notizia Testuale Free Sport

Il flusso di lavoro di squadra (Team Flow TF) si verifica quando un gruppo di persone lavora con elevato impegno per raggiungere un obiettivo, fenomeno comunemente visto nelle prestazioni e nello sport. Lo stato di flusso (o di Flow) è caratterizzato da un'intensa attenzione correlata al compito, un'azione automatica senza sforzo, un forte senso di controllo, un ridotto senso di consapevolezza esterna e interna e un ridotto senso del tempo. Quando si è in questo stato, la persona si trova totalmente assorta in una attività di suo gradimento in cui il tempo vola e azioni, pensieri e movimenti si succedono l'un l'altro senza fermarsi. Questo stato emotivo positivo è caratterizzato dal coinvolgimento totale nell'attività che si sta realizzando, in cui nulla sembra più importare, mantenendo un livello di concentrazione assoluto. Lo stato di flusso può svilupparsi durante un'attività individuale (in solitaria) o un'attività di gruppo. C'è un crescente interesse nello studio del flusso nelle attività di gruppo (cioè il flusso di gruppo) nei diversi campi, tra cui la psicologia, la sociologia, il comportamento organizzativo e negli affari. Il flusso di squadra è un caso specifico di flusso di gruppo in cui il gruppo forma una squadra caratterizzata da uno scopo comune, competenze complementari, obiettivi di prestazione chiari, forte impegno e responsabilità reciproca. Nello studio di Shehata et al. (eNeuro. 2021 Oct 4; ENEURO.0133-21.2021) gli autori hanno valutato quali siano i processi nervosi che caratterizzano il flusso di squadra, utilizzando un compito legato al ritmo musicale con l'iperscansione dell'elettroencefalogramma. Il nostro cervello è composto da miliardi di neuroni che emettono energia elettrica quando si attivano e questi segnali elettrici collettivi possono essere allineati a determinate frequenze. Alcuni esempi delle frequenze sono alfa, beta e gamma, che sono misurate in hertz (Hz) o cicli al secondo. In genere, queste diverse bande di frequenza sono presenti quando eseguiamo determinati compiti cognitivi, e questo è il tipo di attività neurale che i ricercatori hanno studiato. Nella fase principale dell'esperimento, ai 38 partecipanti è stato chiesto di giocare ad un gioco simile a Guitar Hero su un iPad, in cui si tocca lo schermo in sincronia con i segnali ritmici di una canzone. I soggetti hanno lavorato in coppia e i ricercatori hanno dato la priorità all'abbinamento tra due amici ove possibile. Il gruppo di ricerca ha ideato tre condizioni per il processo; in uno, i partecipanti hanno giocato mentre erano separati dal loro partner da un divisorio isolante, fornendo ai ricercatori dati sul cervello quando si trova in uno stato di flusso "individuale". Nella seconda condizione, le persone giocavano con un partner, ma ogni tanto i ricercatori suonavano musica discordante per interrompere il flusso. Nella terza condizione, etichettata come "flusso di squadra", i partecipanti hanno giocato insieme al loro partner. La sequenza musicale che dovevano riprodurre sui loro iPad era identica in tutte le attività, per ridurre al minimo il carico cognitivo. Per garantire che i partecipanti entrassero effettivamente in uno stato di flusso nelle condizioni desiderate, i ricercatori hanno impiegato due tecniche. A livello soggettivo, dopo aver completato il compito in una condizione, i partecipanti dovevano quindi valutare alcune affermazioni come: "Avevo il controllo mentre giocavo a questa prova" e "Come vola il tempo durante questa prova". Inoltre, il gruppo di ricerca ha ottenuto anche una misura obiettiva dello stato del flusso dei partecipanti, qualcosa che è notoriamente difficile negli studi sul flusso. Quindi cosa caratterizzava il cervello dei partecipanti quando si trovano in uno stato di flusso di squadra? I ricercatori hanno scoperto un aumento dell'attività delle onde cerebrali beta e gamma nella corteccia temporale centrale sinistra. Questa regione del cervello è tipicamente associata all'integrazione delle informazioni e alle funzioni chiave come l'attenzione, la memoria e la consapevolezza, che sono coerenti con le interazioni di squadra più elevate e migliorano molte dimensioni del flusso. Tuttavia, ciò che era unico nel flusso di squadra era che l'attività neurale dei partecipanti sembrava sincronizzarsi. Quando i partecipanti svolgevano il compito come unità, i loro cervelli si allineavano reciprocamente nelle loro oscillazioni neurali (attività beta e gamma), creando uno "stato iper-cognitivo" tra i membri della squadra. Se i cervelli possono essere collegati funzionalmente attraverso la sincronia intercerebrale, questo significa che non è solo il nostro cervello che contribuisce alla nostra coscienza? È una domanda curiosa, ma gli autori dello studio suggeriscono che questa affermazione non è stata ancora dimostrata.

20 Luglio 2021

Post esempio

In libero sapien, dapibus in nibh id, dignissim tincidunt urna. Phasellus at sem ac magna pulvinar pharetra vel id augue. Donec euismod elementum ultrices.
2 Agosto 2021

Post esempio

In libero sapien, dapibus in nibh id, dignissim tincidunt urna. Phasellus at sem ac magna pulvinar pharetra vel id augue. Donec euismod elementum ultrices.

Pacchetto Commerciale Fisso

  • W.A.

  • News

  • Art

  • Smart

  • Congressi

My ELAV